FANTA S. LEGA T.I.

Benedetti da Ugo

In principio era Ugo. Era un torrido pomeriggio di metà agosto ed eravamo assiepati in una stanza del Localo, non potevamo aprire la porta perché nell’altra stanza c’era un po’ di gente che suonava e una cantante usava violenza su un microfono. Faceva un caldo indicibile, ma non volevo essere in nessun altro posto. E c’era Ugo. Quel pomeriggio si stava svolgendo la prima Asta iniziale della storia della Lega. Una Lega nata sotto gli occhi di Ugo che nel suo silenzioso sorriso aveva ascoltato il malumore di un manipolo di quelli che oggi potremmo definire “padri fondatori”, ma che allora erano solamente infuriati; erano appassionati di calcio e fantacalcio, ma nella Lega in cui giocavano c’era un piccolo problema: non si divertivano più. Così, anche con la benedizione di Ugo, nacque la Fanta Super Lega dei Turesi Incazzati: oggi sicuramente più super e meno incazzati; più semplicemente S.Lega.T.I.

I ricordi di quella stagione sono vivissimi ancora nella mia mente. Il regolamento ufficiale creato prendendo quello della Federazione e deturpato a botte di evidenziatore e asterischi per le nostre regole ad hoc. Otto giocatori trovati letteralmente in quattro e quattr’otto; l’asta con quell’indimenticabile sottofondo musicale e Ugo utilizzato come urna per sorteggiare le aste degli attaccanti. I risultati stampati ogni benedetta giornata e attaccati su un cartellone, aggiornato con il pennarellone volta per volta. Ma era solo l’inizio; l’anno successivo eravamo già in 16. Gironi sorteggiati al campo sportivo. Il regolamento ufficiale trascritto da Fabio e consegnato a tutti i giocatori.

Ma quante immagini affiorano. La cena di gala con Fabrizio che per celebrare la sua Condiriso Rice si presenta con un barattolo di sottaceti. Un tapiro consegnato a un Nicola visibilmente commosso. La cena al Gozzoviglio con annessa discussione delle regole talmente lunga da infastidire i camerieri che ancora un po’ e ci mettevano fuori con la forza. Ugo testimone delle infinite discussioni nelle Assemblee di Lega al Localo con i memorabili duelli Fabio – Nicola: «Il fantacalcio è una simulazione!» «No! È una fantasimulazione!». Ancora oggi non l’ho capita. Poi, l’allargamento a 24: arriva la Serie C. Un paio di anni e vado a farci visita. Un memorabile triangolare di calcio a 5 al Palazzetto dello sport con delle epiche prestazioni di zappatori prestati al fantacalcio. Amici nuovi che arrivavano e gente che ci salutava. L’allargamento anche geografico con gli innesti sammichelini e castellanesi, ma soprattutto con l’esportazione in altre regioni di nostre eccellenze, e anche di Ronny. E poi le Aste inizali, tese e attese, estenuanti e torride, interminabili e indimenticabili; la leggenda di Al Mansour che prende vita, nelle mattinate passate al Localo con Ugo, piuttosto che a Villa dei Pini. I nomi più improbabili chiamati nel modo più improbabile, con annesso coro di scherno susseguente. Andare via convinti di aver costruito lo squadrone del millennio, salvo poi ricredersi generalmente nove mesi dopo. Ugo ne ha visti di sogni infranti.

Ma ogni anno si faceva un passo avanti: scompariva il gruppo su Yahoo e faceva capolino il nostro storico forum e poi arrivò anche il sito e il gruppo su facebook. La tecnologia sempre più presente: PC, dirette skype, monitor, proiettori, l’invio online della formazione e (sboronate delle sboronate) le splendide pulsantiere.

L’obiettivo è sempre stato quello che fu deciso davanti ad Ugo: divertirsi e coinvolgere; e allora sotto con statistiche e tante iniziative (alcune fortunate, altre meno). Tutto per sentirsi parte di qualcosa di speciale, di unico. Senza mai dimenticare che si tratta di un gioco, ma facendo le cose con una certa serietà, un modo di fare che potremmo definire “stile Slegati”.

Nel corso degli anni le regole sono cambiate, alcune radicalmente. Abbiamo attraversato delle vere e proprie rivoluzioni regolamentari.

Grazie al sostegno di tutti coloro i quali fino ad oggi hanno contribuito più o meno attivamente alla vita della nostra Lega e grazie a tutti coloro i quali lo faranno. Con il vostro aiuto Fanta S.Lega.T.I. crescerà ancora e vi sentirete ancor di più parte di qualcosa di speciale, di unico. E Ugo continuerà a seguirci e a benedire la nostra Lega. Fiero di essere uno Slegato.

Pino Zagaria

Orgoglioso Padre Fondatore
Fanta S.Lega.T.I.